Tuesday, September 15, 2009

Gruppi su linkedin

Per tanti ma non per tutti: i gruppi di linkedin possono essere uno strumento adatto a promuovere un proprio sito, ma solamente se il nostro target ha un profilo professionale.

Se ancora non lo sapessi, Linkedin è il piu grande network al mondo di professionals e managers. Da qualche mese qualsiasi utente ha la possibilità di creare nuovi gruppi, sullo stile di Facebook. In questo caso pero' parliamo di gruppi di alumni, multinazionali, lobbisti, o ancora no profit.

Dovendo promuovere il sito parentoo.com, parents network , ho pensato di creare un gruppo di genitori etici su Linkedin, in cui poter scambiare informazioni ed aiuto per non lasciare la famiglia ed i figli in econdo piano rispetto al lavoro.

All'interno dei gruppi è possibile aprire nuove discussioni, pubblicare articoli e links.

Che gruppi potresti creare tu?

Monday, December 08, 2008

5 modi per aumentare le visite ad un portale di GIOCHI FLASH arcade

Dopo aver invaso i server di mezza america, i siti arcade si stanno diffondendo a velocità stratosferiche anche in Italia.

Differentemente da altri settori, sono tutti piu' o meno simili, basati su una manciata di script in vendita su internet, principalmente in lingua inglese e poi tradotti dal volonteroso webmaster.

Parliamo quindi di un prodotto standard, dove la riuscita del progetto dipende solamente dalla campagna marketing impostata.

Quali sono dunque le tecniche segrete usate dai migliori arcade per avere migliaia di visitatori al giorno?

Come sempre non ci sono segreti assoluti che una accurata ricerca non possa svelare!

Prendiamo in considerazione le tecniche adottate da alcuni siti arcade americani:

  1. Scambio banner giochi arcade specializzato in formato 100x100. In Italia esiste al momento solamente un sistema di scambio banner con un programma dedicato ai giochi flash ed è lo scambio banner arcade di EATRAFFIC.COM.
  2. Possibilità di incorpare il gioco flash nel blog del visitatore. Funzionalità presente in quasi tutti gli script.
  3. Contenuti continuamente aggiornati. A questo riguardo, segnalo servizi tipo MOCHIADS che forniscono centinaia di giochi gratis proponendo un revenue sharing sugli ads che appaiono negli stessi.
  4. Trade link diretto con controllo dei clic in entrata ed in uscita.
  5. Pubblicità a pagamento su Adwords o altri circuiti.

Chiaramente non esistono ricette assolute e nella definizione della strategia corretta, ci vuole sicuramente MOLTA FANTASIA!

Wednesday, January 23, 2008

Come guadagnare con un blog

Vuoi guadagnare qualche soldino con il blog che stai scrivendo? Non hai ancora capito come?
In realtà c'è tantissima gente come te che affronta questo problema!

Ti illustro subito quali sono i metodi principali.

ADSENSE
Un metodo abbastanza facile da implementare è utilizzare il programma di Google Adsense.
Permette di pubblicare sul proprio sito o blog degli annunci pubblicitari. Quello che bisogna fare é scegliere il formato dell'annuncio e la posizione. Del resto si occupa Google.
Adsense è sicuramente utile su siti con un gran numero di visite (diciamo da 1000 al giorno), ma paga veramente pochi spiccioli a blog con poche visite.

AFFILIAZIONI
L'alternativa sono le affiliazioni a siti che vendono dei prodotti. In pratica noi pubblicizziamo i prodotti e riceviamo una commissione sulle vendite generate attraverso la nostra pubblicità.
In questo caso, anche avendo poche visite, ma molto in target con i prodotti pubblicizzati, potremmo avere dei tassi di conversione elevati e quindi dei buoni guadagni. Potrebbe essere questa la soluzione per piccoli siti e blog.

Purtroppo la maggior parte delle affiliazioni offrono commissioni molto basse, dal 1% al 5%. Inoltre accreditano la commissione solo se l'acquisto viene fatto direttamente nela stessa sessione in cui il cliente è passato dal vostro sito.

Quale è quindi la soluzione?
Ho trovato un sito in cui viene esposto un metodo, studiato apposta per il mercato italiano e che dimostra come sia possibile realmente ...

Io ci sto provando e devo dire che funziona ;-)

Sunday, January 20, 2008

dating script , una precisazione

Per quanto riguarda il pot precedente, forse vale la pena aspettare la nuova versione di Dolphin prevista per marzo, assieme ala nuova versione del set di applicazioni multimediali RAY.

Il problema sarà, come ogni nuova versione, il gran numero di bugs da correggere...

Tuesday, January 15, 2008

Script di dating: eccone uno gratis e funzionale

Sto testando lo script di dating/incontri sviluppato da Boonex. Si chiama Dolphin ed integra un motore completo per la gestione di incontri con un forum (Orca) e molteplici funzionalità multimediali (gestione audio e video, chat, videochat ...).
La piattaforma di base è PHP, con un database MYSQL ed qualche FLASH.
Lo sviluppo è supportato da una discreta community, attiva nella segnalazione dei bugs e nel testing.
Sono presenti anche discrete funzionalità di social networking, come la gestione degli amici e la creazione di blog per singoli utenti.
Lo script puo' funzionare sia in modalità free per tutti, sia in modalità a pagamento, con possibilità di definire le funzionalità a pagamento a diversi livelli.

Chissà quanto costa uno script cosi!
In realtà viene offerto gratuitamente se si acconsente alla presenza di link e pubblicità su alcune funzionalità, dando cosi' una ottima modalità di testare lo script live.
Una volta sicuri del prodotto, pagando un tot si possono togliere link e pubblicità.

Io lo sto testando in maniera abbastanza intensa. Posso dire che lo script è molto potente. Nel caso si volesse invece deviare un pochino dall'originale, personalizzando delle pagine con funzioni diverse, bisogna conoscere bene PHP ed amenità varie, per non creare danni irreparabili.

Fatemi sapere se conoscete altri script simili...

Friday, January 11, 2008

Gestione di una newsletter: regole base e profittabilità

Ecco 4 tips da seguire per chi vuole iniziare a gestire una newsletter.

  1. Inviare la newsletter solo ad utenti che la vogliono ricevere.
  2. Inserire dei link al sito con un codice di tracciabilità: tipicamente basta aggiungere nella querystring un codice di riferimento. Ad esempio www.nomesito.it/news.asp?ref=12. In questa maniera possiamo verificare quante visite ci arrivano dalla newsletter e soprattutto da quale link all'interno della newsletter.
  3. Inserire in coda le istruzioni per essere rimossi dalla lista di invio della newsletter: basta un reply con scritto RIMUOVI oppure un link ad una pagina dinamica che effettua la cancellazione in automatico.
  4. Non esagerare con la frequenza di invio, che comunque dipende dal tipo di informazione inviata e dal tipo di destinatari.

L'aspetto piu' importante resta comunque, a mio avviso, la tracciabilità. E' importante sapere quante delle visite di un determinato giorno arrivano dalla newsletter, al fine di poter anche fasare le altre variabili, tipo la frequenza di invio, qualità e quantità di contenuto ed ottenere un valore (monetario) dei link inseriti.
Quante vendite ho generato grazie alla newsletter? Conviene perdere tempo per disegnarne una cosi' spesso?
That's It!
Alla prossima:-)

Saturday, December 08, 2007

Il web in Belgio

Ebbene si, sono passati dei mesi dal mio ultimo post sul blog.
Effettivamente sono stato molto impegnato in alcuni progetti, oltre ad essermi traferito a Bruxelles, dove sto trovando una viva community di webmasters. La più grossa differenza tra Belgio ed Italia è la divisione in 2 di tuuuutti i siti web, essendoci due lingue ufficiali quasi ugualmente diffuse: il francese e l'olandese...
... paese che vai...